venerdì 29 agosto 2014

Vasectomia

Avvertenza: il contenuto di questo post contiene dettagli clinici SOLO nel documento allegato. Il resto può essere letto con tranquillità anche da chi è particolarmente impressionabile. Non ci sono foto che possano spaventare. 

Per i miei 40 anni mi sono fatto un regalo che desideravo da tanto tempo: la vasectomia. Si tratta della sterilizzazione maschile. In sostanza, con un piccolo intervento, da considerare irreversibile, si ottiene l'effetto di non poter avere più figli.
In rete non è difficile trovare informazioni su come funziona questo intervento, con tutti i dettagli. Ovviamente non tutto ciò che si trova in rete è attendibile, anzi tutto va preso con le molle. Ho un documento che può essere utile a chi è interessato. Prima dell'intervento ho firmato un consenso in cui sono sintetizzate tutte le informazioni più importanti, a cui aggiungo poche cose:

1. Non c'è nulla di cui aver paura. Non è completamente indolore, ma si soffre meno che dal dentista. Dovrebbe esserne una prova già il fatto che stamattina ho fatto l'intervento ed ora sono qui a scrivere il post.
E, come scritto nell'informativa, non è una castrazione.

2. In Italia non viene eseguito in qualunque ospedale. Per poterlo fare sono andato a Brescia, dove ho trovato un'equipe eccezionale, sottolineo eccezionale, che mi ha trattato con tutti i riguardi. 

3. E' a pagamento. Qui a Brescia costa 500 euro. L'attesa è stata di 2 mesi, considerando che siamo a fine estate e questo intervento viene eseguito una volta al mese in questa clinica, non è un tempo lungo.

4. Non sempre viene effettuata. Di solito è richiesto che si abbiano 40 anni e due figli, comunque si passa prima a fare un colloquio e una visita preliminare col medico che, oltre a valutare eventuali controindicazioni, ascolta le motivazioni del paziente e lo informa. Nessun trattamento inquisitorio, si cerca di evitare a una persona di fare qualcosa di cui si possa pentire.

Ma non è esattamente di questo che vorrei parlare. Come dicevo, chi vuole delle informazioni attendibili per scegliere se fare o no questo intervento non deve affidarsi alla rete, nemmeno al mio blog, deve parlare con i medici e porre tutte le domande che ha.
Mi interessa più discutere di questa scelta.

Chi sceglie di fare questo intervento? A che età? Perché?
In Italia è un metodo poco diffuso, mentre all'estero molto di più, ho però letto un po' di bestialità che non mi sono piaciute.

Uno dei casi possibili è la scelta di una coppia. Lui e lei, relazione stabile, con anni di matrimonio/convivenza alle spalle, spesso con figli, decidono che la dimensione della famiglia è quella che desiderano come definitiva e scelgono questo metodo di contraccezione permanente.
La sterilizzazione maschile è meno invasiva di quella femminile. Per questo ho letto di molte donne che sostengono che la contraccezione non debba essere sempre affidata alla donna, che la vasectomia è un gesto di rispetto verso la propria compagna ed opinioni simili. Ho letto anche di una donna che ha scritto "vorrei farla fare a mio marito, ma non è d'accordo, ecc...". 
Non sono d'accordo. Ci sono due scelte che vanno considerate in maniera separata.
Una è quella di non avere altri figli (o di non averne affatto), l'altra è quella di sterilizzarsi. La prima è una scelta di coppia, la seconda è una scelta prevalentemente individuale.

Eh, sì, perché un conto è non voler allargare la propria famiglia, ma esistono i casi in cui le coppie si sfasciano, uno dei due vuole formare una nuova famiglia e desidera avere altri figli col nuovo/a partner. Quindi è indispensabile che chi si sterilizza ci pensi: in un'altra situazione potrei mai desiderare altri figli? Se la risposta è un no incondizionato, ok, altrimenti ritorna al punto precedente e pensaci ancora. E poi, sotto i ferri ci va uno solo e, per quanto poco invasiva, la modifica al proprio corpo la subisce uno solo.

Quindi, dicevo, una scelta prevalentemente individuale, ma comunque con l'appoggio del partner, che la condivida. Non si può imporre una scelta del genere al proprio marito (ma nemmeno alla propria moglie), deve essere la persona che lo fa a desiderarlo. Ma è importante anche che il partner sia d'accordo. Non solo per il fatto che questa scelta è definitiva, ma anche per l'importanza che ha, in una coppia, condividere le scelte individuali, appoggiarsi a vicenda.

Ci sono poi le coppie giovani, ma che sono molto sicure di non voler procreare. Ci sono i single, che desiderano poter cambiare sempre partner senza trovarsi mai nella situazione di essere costretti ad accasarsi. Ci possono essere altre situazioni, da tutte queste sono così lontano da non sapermi neanche esprimere, anzi, chi vuole farlo nei commenti, è benvenuto.

Quanta convinzione ci vuole per poter fare un intervento del genere? Tanta, davvero tanta. Non è una decisione che ho preso dall'oggi al domani. Ho cominciato a pensarci a 13 anni, quando ho scoperto l'esistenza di questa possibilità. Mi sono sempre detto che, quando avessi deciso quale dovesse essere la dimensione della mia famiglia, avrei potuto fare questa cosa.

Io credo, però, che ci voglia la stessa convinzione nel decidere di avere un figlio. Un figlio non può e non deve arrivare per caso, deve essere voluto, desiderato da entrambi i genitori, da molto prima di esistere. Se c'è solo, anche solo un piccolo dubbio nel pensare di volere un figlio o no, la risposta per me è sempre di evitare il concepimento. Se è solo uno dei due a voler procreare, meglio di no. Un figlio non voluto se ne accorge, lo capisce e vive male. 
Per non parlare di quella pessima, cattivissima, deprecabile, infame abitudine che hanno in molti casi le famiglie di origine, i genitori che vogliono diventare nonni e spingono i propri figli, che magari non sono convinti, a moltiplicarsi. Queste persone le condanno senza appello. Non so quanto vengano realmente ascoltate, ma quando questo succede, è facile che gli unici a essere contenti siano questi nonni, e forse nemmeno.

Io ero molto convinto anche nel non volere un secondo figlio. Su questo ci ho pensato per qualche anno, se scegliere di averne un altro o no (tre mai, sono contrario al terzo figlio sempre e comunque). Ma ho vissuto la gravidanza e il parto con una gran paura. Avevo paura di perdere mia moglie, anche se non c'erano rischi. Dopo il parto ho cominciato a pensare che era meglio di no, di non fare un altro figlio. In questi 5 anni sono state tantissime le volte in cui mi sono detto "meno male che è una sola" e mai ho pensato "ne vorrei un altro". Ho condiviso con mia moglie i miei pensieri e anche lei mi ha detto quel che pensa. La scelta è stata condivisa.

Un po' di dubbi ci sono stati solo perché temevo che mia figlia, come figlia unica, non sarebbe cresciuta bene. Ma su questo ho cambiato idea col tempo.
Ok, chi vuole, può leggere i dettagli clinici in questo documento. Chi vuole farmi qualche domanda può scrivermi. A presto


Aggiornamento: in questi giorni è stato pubblicato un post molto istruttivo sull'argomento, dove vengono dati molti dettagli su come, dove, perché della vasectomia. Lo trovate qui





40 commenti :

  1. direi che sei un tipo con le idee chiare ;-)

    come ho letto su un libro proprio ieri, il mondo si divide in due: chi cerca disperatamente di avere figli, e chi cerca disperatamente di non averne ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Vorrei meritare anche solo in pochino questo complimento, riconosco di essere molto indeciso e pieno di contraddizioni.
      So che per qualcuno un post come questo può toccare un nervo scoperto, può ferire e mi dispiace. Auguro comunque a tutti la felicità che più cercano, qualunque forma essa abbia.

      Elimina
    2. ah, no, non ti preoccupare, capisco benissimo la tua situazione... era per dire :-)

      Elimina
    3. E fai bene a dire quel che vuoi. E le battute sono sempre benvenute.
      Però quanto è vera quella frase!

      Elimina
  2. Ecco, come tutte le cose davvero definitive mi angoscia un po'. Ma certo che se eri gia' convinto ai tuoi 13 anni ci hai pensato bene si' :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di una scelta definitiva spaventa. Anche se, probabilmente, spaventa proprio questo tipo di scelta perché è meno conosciuta.
      A pensarci bene, anche il concepimento di un figlio è una scelta altrettanto irreversibile, ma non viene visto con angoscia, almeno da chi lo desidera.
      A distanza di qualche giorno continuo a pensare "ho fatto bene a farlo, non vedevo l'ora".

      Elimina
  3. Ciao. Vorrei fare lo stesso intervento e (essendo di Milano) mi verrebbe comoda la clinica dove l'hai fatto tu.

    Puoi dirmi come ti senti adesso, a distanza di un anno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario, benvenuto.
      In poche parole: molto bene, senza complicazioni, con i soli benefici e senza alcun pentimento, anzi, mi ripeto sempre che ho fatto benissimo.
      Sei mesi dopo ho pubblicato un aggiornamento

      http://lavitacominciaa40anni.blogspot.it/2015/03/vasectomia-sei-mesi-dopo.html

      l'ho appena riletto chiedendomi se confermerei tutto e se oggi aggiungerei qualcosa. Se lo riscrivessi oggi sarebbe identico.
      E insisto sempre, con chi mette la vicinanza a casa al primo posto: ho fatto un po' di km per trovare un istituto affidabile, ne avrei fatti anche di più. Si tratta di fare un viaggio così solo una volta, vale la pena di spendere tempo e soldi per non affidarsi al primo venuto, con la salute non si scherza.

      Elimina
    2. Ciao Luciano

      volevo farti alcune domande:

      1) nel modulo di scarico di responsabilità che ti hanno fatto firmare vedo che indicano di aspettarsi una diminuzione del volume dello sperma prodotto in eiaculazione (circa il 50% in meno) e un cambio di colore ; mi confermi che è così? tu cosa hai notato di differente?

      2) Come ti sei messo in contatto con il Sant'Anna?

      Sono molto interessato all'operazione e vorrei iniziare l'iter "burocratico".

      Ciao e grazie mille per il feedback

      Raffaele

      Elimina
  4. Ciao Raffaele, scusami per aver tardato tanto nel rispondere.
    Io non ho notato questo cambiamento, ma non sono un grandissimo osservatore e non ci ho dato importanza.
    Per il S.Anna ho fatto così:
    Dal sito http://www.santanna-gsd.it ho trovato il numero della segreteria di urologia ed ho telefonato.
    Mi hanno preso un appuntamento per una visita con l'urologo che poi mi ha operato.
    Sono andato dal mio medico per farmela prescrivere (ho pagato solo il ticket)
    Alla visita il medico mi ha informato per bene, ha ascoltato le mie motivazioni e ha verificato (visitandomi) che non ci fossero controindicazioni. Quindi mi ha messo in lista per l'operazione.
    Se hai bisogno di qualche altra informazione chiedi pure. Ti auguro buona fortuna.

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutti,
    mi sono sottoposto a vasectomia 2 giorni fa presso W.&B poliambulatori di Brescia. Il primario del S.Anna è lo stesso che opera in questa struttura privata. Ve la consiglio caldamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Silvio.
      A beneficio di chi vorrà sfruttare questa informazione potresti dare qualche dettaglio in più? Costo dell'operazione, tempi di attesa, un link da consultare?

      Elimina
  6. Eccomi,
    ho chiesto informazioni una settimana prima e sono state veloci ed esaustive. L'intervento dura 20 minuti più altri 30 in osservazione. Staff fantastico, gentile e competente. Grazie dott. Alrabi!
    Costo €400
    Assolutamente indolore!!
    Tel. 030 241111
    Mail info@poliambulatoriweb.it

    Buona libertà a tutti!

    RispondiElimina
  7. Domani sarà finalmente il mio turno.. Sant'anna di Brescia..
    Grazie a chi ha fornito tutte le informazioni necessarie e dettagliate sul l'operazione..sono state molto utili.
    A mia volta lasciero' un commento sulla mia esperienza..
    A presto..ciao

    RispondiElimina
  8. Intervento effettuato giovedì alla clinica Sant'anna di Brescia costo 500€ personale fantastico e professionale. Assolutamente indolore.
    Sono entrato alle 10:40 alle 12 ero sulla strada per il ritorno a casa.
    Consigliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ferruccio. Sarà molto interessante se tra qualche mese vorrai scrivere di nuovo su come è andata successivamente.

      Elimina
  9. Ciao sono Fabio, ho 37 anni, 2 figli e una separazione in corso... dopo la nascita del mio secondo genito, avevo pensato anche io di farla. Èpossibile avere qualche contatto diretto con questa struttura?
    Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio, prova a seguire questo link
      http://www.santanna-gsd.it/unita-operative/urologia.html
      Troverai i riferimenti del reparto urologia

      Elimina
  10. Maurizio.
    Sapete di qualche struttura che opera in Umbria o Lazio ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno ha una risposta per Maurizio? Io sono andato a Brescia dalla Toscana, non è stato un problema, con un paio di notti in albergo lì vicino ho risolto

      Elimina
  11. Salve a tutti, mi chiamo Alle, ho letto qui sopra alcuni messaggi e informazioni molto utili e dettagliate.
    Sono molto interessato e da tempo sto pensando di sottopormi a questo tipo di intervento e a questo proposito vorrei sapere se nei posti sopracitati eseguono la vasectomia con o senza bisturi?
    So che esiste una tecnica che non prevede appunto l'uso del bisturi quindi teoricamente meno dolorosa, più veloce nella guarigione e senza spiacevoli, anche se minime, cicatrici causate dai punti di sutura; potete darmi qualche info al riguardo?
    Inoltre, chiedo scusa , ma non mi è chiara la questione della clinica s.anna e dell'altro ambulatorio dove credo di aver capito operi lo stesso chirurgo ma con costi differenti.
    Ci sono condizioni e/o limiti di età per l'intervento?
    Grazie in anticipo per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Alle
      al S.Anna si usa il bisturi. Se vedi il documento in foto spiega in dettaglio come funziona. Dice che "i deferenti vengono esposti", quindi usano il bisturi e li estraggono per tagliarli.
      Non so dove operino diversamente, ma non lo considererei un problema. La guarigione è comunque molto rapida, pochi giorni, il dolore non è molto e non so se cambierebbe qualcosa con un'altra modalità di intervento. Per quanto riguarda le cicatrici, sono davvero poco visibili e vengono ricoperte poco dopo dalla ricrescita dei peli.
      Non so molto del W.&B poliambulatori di Brescia, nulla in più di quanto scritto da Silvio. Sembra che sia così, due strutture diverse, con costi diversi, in cui possono operare anche gli stessi medici. E' possibile che sia così.
      Condizioni e limiti di età: il limite minimo di età consigliato, i 40 anni, non è strettamente vincolante, non so se esista un limite massimo. Ci sono probabilmente delle condizioni che rendono fattibile o no l'intervento, ho fatto una visita preliminare, ma non so proprio cosa abbia verificato l'urologo.

      Elimina
  12. Ragazzi fatta stamattina ore 10 presso l'ospedale sant'anna di Brescia....
    Che dire... uno spettacolo nessun dolore solo la piccola puntura dell'anestesia ma niente di che...
    Staff spettacolare...
    L'unica cosa che mi ha un po messo suggezione è stato mettrmi nudo davanti a 3 dottoresse e il dottore ma comunque sono stato messo subito a mio agio.... intervento durato 20 minuti però passati tranquilli in quato abbiamo chiaccherato tutti per tutto il tempo....
    Anche se per precauzione sono andato con mia moglie il ritorno ho guidato io per 150 chilometri... quindi tranquilli che non è una cosa tragica... e ad ora dopo 9 ore dall'intervento non sento nessun dolore... solo un piccolo fastidio come se si dovesse andare in bagno a fare pipi ma non si ha il bagno a disposizione....
    Ho avuto paura e ansie per 3 anni a fare questo intervento ed ora mi chiedo come mai non l'ho fatto prima....
    Premetto che ho 37 anni 2 figli e una relazione stabile....
    E chi mi chiede: ma se un domani vorrai avere un figlio?
    Io gli rispondo: ne ho gia 2 e sono la mia vita... e poi vorrà dire che sarò un nonno fantastico se avrò questo desiderio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a tutti, mi vorrei regalare questo intervento per i miei 40 anni: ho una stabile relazione da molti anni,due splendide figlie e ci vogliamo fermare qui! A tal proposito avrei alcune domande da sottoporre a chi volesse cortesemente rispondere:
      - quali sono i tempi di attesa per l'intervento al s.anna di Brescia?
      - nei 500 euro sono comprese anche le visite pre e post intervento?
      - se così non fosse quanto costano le visite successive? E quanti spermiogramma si devono fare?
      - chi è il medico che ha eseguito il vostro intervento?
      - avete notato dei cambiamenti da quando avete eseguito l'intervento (nell'eiaculazione, nei testicoli o altro )
      Grazie!

      Elimina
    2. Ciao Fabius. Ti rispondo per punti:
      Tempi di attesa: 3/4 mesi. Operano una volta al mese.
      Nei 500 euro non sono comprese le visite pre e post intervento.
      La visita pre-intervento va fatta al s. Anna e si paga il ticket, 20/30 euro circa. Oltre, ovviamente, al costo del viaggio per Brescia.
      Dopo l'intervento (un mese dopo circa) si fa solo lo spermiogramma, in un laboratorio di analisi, si può fare anche nella propria città. Non ricordo quanto costa, mi pare sui 50 euro.
      Sono stato operato dal dott. Sacchini, molto bravo.
      Non ho notato nessun cambiamento, nemmeno quella diminuzione di quantità di liquido seminale di cui si parlava.
      Prova a leggere anche il post "vasectomia 6 mesi dopo", dice ancora qualcosina.

      Elimina
  13. nella fattura emessa c'è scritto "vasectomia" o semplicemente "intervento chirurgico"?
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa, mi sono accorto solo adesso che non ti avevo risposto.
      Nella fattura c'è scritto "Legatura dei dotti deferenti"

      Elimina
  14. Ciao a tutti,mi chiamo Luca
    Ho 32 anni e ho già un figlio,mi sto interessando alla vasectomia da qualche mese,ma ci penso da qualche anno.......
    Sono separato e la separazione mi ha distrutto pur avendo buoni rapporti con lai a ex il distaccamento da mio figlio mi a tritato il cuore
    E la mia paura più grande e rivivere questa situazione,se dovessi trovare una di quelle madri che nono fanno vedere il figlio morirei, per questo ci stavo pensando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luca, mi dispiace molto per la tua situazione.
      E' comprensibile, sei distrutto e temi anche cose peggiori. Ti viene difficile pensare in maniera positiva.
      Non mi sento di consigliarti la vasectomia adesso. Ovviamente la mia opinione va presa molto con le molle, non ho competenze per poterti dire nulla.
      Quello che vedo è che sei ancora molto giovane e la possibilità di trovare un'altra persona che ti restituisca la fiducia nella vita che hai perso c'è ancora. E nel momento in cui questo dovesse succedere potresti desiderare di avere dei figli con questa persona.
      Secondo me hai molto bisogno, prima di prendere qualunque decisione, di riprenderti dal trauma della separazione e ricominciare a costruire la tua vita. Ogni decisione che prenderai dopo sarà fatta con più serenità.
      Per fare una scelta definitiva come quella di non avere mai più figli (o come quella di procreare) ci vuole tutta la convinzione. Finché ci sono dubbi, secondo me la risposta è no.

      Elimina
  15. Salve, sono Alessandro da Trieste, ho l'appuntamento per la vasectomia il 10 novembre il giorno dopo il mio compleanno 45 anni, ho due figli con la prima moglie e una figlia con la mia attuale compagna ...penso di aver dato abbastanza ....Anche se devo dire che ho o meglio avevo un po di timore per la mia perdita di rimanere (UOMO al 100%) grazie a questi vostri post mi hanno tranquillizato e convinto ....a me hanno chiesto 1300 euro la dottoressa Urologa non mi ha spiegato nulla è stata poco chiara non mi ha dato fiducia e dunque grazie a Voi tutti ho deciso di annullare l'operazione e farmela a Brescia ....domani chiamo e prendo un appuntamento .Meglio aspettare 2/3 mesi , risparmiare ed avere Dottori che ti diano qualche parola in più .Grazie ancora a tutti voi

    RispondiElimina
  16. Ciao Alessandro, io ho prenotato al Poliambulatorio W&B di Brescia un mese fa circa e mi sottoporrò all'intervento fra un paio di settimane (quindi tempi di attesa contenuti); prima di chiamare ho inviato una mail chiedendo informazioni in segreteria ed ho ricevuto indicazioni dettagliate per la parte burocratica. Ho chiamato successivamente per fissare l'appuntamento con il Dott Najati Alrabi che nello stesso giorno farà la visita e se è tutto ok eseguirà l'intervento. Ciao e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In bocca al lupo Fabius. Ci racconti poi come è andata?

      Elimina
    2. Ciao a tutti, ho fatto l'intervento sabato scorso al W&B... è andato molto bene, non ho sentito praticamente nulla a parte il fastidio della puntura... il Dott. Alrabi è stato molto professionale ed esaustivo nell'illustrare l'operazione e nonostante la mia agitazione ( si tratta comunque di un intervento chirurgico, sia pure ambulatoriale) è riuscito a mettermi a mio agio. La fase post operatoria sta procedendo bene: a distanza di 3 giorni non ho nessun gonfiore, solo un lieve ematoma. Che dire sono felice di averlo fatto e consiglio questa struttura ... ciao!

      Elimina
    3. Ciao, ho sentito anche io W&B, ma non fanno più interventi il sabato, ma solo il mercoledì, per cui dovrò rimandare al 2017 :-(
      Guido

      Elimina
  17. Rieccomi quisono Alessandro, oggi ho chiamato al Poliambulatorio W&B , tutta un'altra musica da Trieste ,la Ivana cordialissima e sopratutto mi ha spiegato al telefono tutto quello che avrei voluto sentire dalla dottoressa di Trieste . il 30/11 sono a Brescia per l'operazione . Un saluto a tutti voi .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri Alessandro. Ti auguro il meglio da questa esperienza.

      Elimina
  18. Ciao a tutti,
    alla veneranda età di 44 anni e due figli, sto seriamente pensando alla vasectomia, come soluzione contraccettiva. Ho telefonato alla W&B, la sig.ra Ivana è stata gentilissima, ora devo solo incastrare la prenotazione con gli impegni normali.
    Guido

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  20. Ciao a tutti,
    mi chiamo Marco e scrivo dalla Provincia di Firenze.
    Ho 41 anni, 2 figli, una relazione stabile e mercoledì 25/10/2017 mi sono sottoposto a intervento di vasectomia con il Dt. Alrabi presso il W&B2 di
    Brescia.
    Da tempo ci siamo documentati su cosa fosse e dove poter fare la vasectomia, una volta scelta come soluzione definitiva.
    Un anno e mezzo fa ho cercato di informarmi dal mio medico curante e ho passato una visita urologica ma da questi sono stato sconsigliato a fare l'intervento perché secondo loro illegale e con conseguenze gravi.
    Per colpa loro ho perso più di un anno ancora a documentarmi, a mandare mail e cercare di capire e alla fine ho avuto la certezza su cosa fare.
    Primi di settembre chiamo la Sig.ra Ivana e prendo l'appuntamento.
    Arriva il giorno...
    Ore 15:00 l'appuntamento ma arrivo un po prima, alle 14:30.
    Puntuale arriva il Dt. Alrabi e mi fa accomodare nel suo studio dove abbiamo fatto
    un colloquio, mi ha chiesto i motivi che mi hanno portato a fare questa scelta e mi ha informato dettagliatamente su cosa viene fatto e infine ho firmato il consenso.
    Sono uscito e sono andato a saldare il tutto.(€402,00...con marca da bollo di €2,00)
    Poco dopo sono stato portato in un piccolo spogliatoio collegato direttamente alla sala,mi sono spogliato e mi hanno fatto accomodare sul tavolo.
    Le punture di anestesia vengono eseguite con un ago piccolissimo e non si sente quasi niente, diciamo come se venisse strappato un pelo.
    Durante l'intervento ho avuto un abbassamento di pressione, sicuramente dovuto alla tensione emotiva della situazione, ma comunque penso anche dovuta alla mangiata di sushi finita solo un'ora prima di stare tutto nudo su un tavolo operatorio e ho avvertito solo una sensazione di "trazione" sui dotti ma nessun dolore.
    Dopo mezz'ora, una volta finito, ero già in piedi e, uscito dalla piccola sala operatoria, sono stato fatto accomodare per circa 45 minuti in una stanza in attesa di un controllo da parte del Dt. prima della dimissione.
    Con me c'era la mia compagna che avrebbe dovuto guidare ma all'uscita mi sentivo bene e le ho detto che per il ritorno per un po, o fino a quando me la sentivo, avrei guidato io.
    Alla fine ho guidato io...fino a casa.(300 km)
    La mattina dopo tutto tranquillo, nella zona dei punti assolutamente niente, solo un po di fastidio, all'interno.
    Uno dei due punti l'ho trovato a stento, l'altro si vede solo perché c'è stato un leggerissimo sanguinamento.
    Dopo 48 ore il fastidio si è più che dimezzato, nessun ematoma, nessun gonfiore.
    A tre giorni dall'intervento ho solo un piccolo ma sopportabile fastidio, non ho preso nessun antidolorifico perché assolutamente non necessario, l'intervento è stato completamente indolore e tutta la struttura mi ha messo a mio agio ed'è stato tutto molto tranquillo.
    Sicuramente ogni persona reagisce in modo diverso ed'è tutto molto soggettivo, ma posso per ora solo consigliarlo a tutti gli uomini che come me cercano una soluzione definitiva.
    Ora non resta che aspettare un paio di mesi per fare lo spermiogramma e poi finalmente potremo stare più tranquilli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco
      direi che la tua esperienza è stata particolarmente felice, salvo il medico di base asino.
      Ti è costata pure un bel centone di meno, e spero che i costi continuino ad abbassarsi, e la ripresa è stata veramente rapida. Per me appena un po' meno, ma non tanto.

      Elimina

I commenti sono sempre graditi, sono l'anima del blog. Dì pure la tua.